mercoledì 9 luglio 2008

Claudio Re. Atto II

Atto II


Tav17

Tav18

Tav19

Tav20

Tav21

Tav22

Tav23

Tav24

Tav25

Tav26

Tav27

Tav28

Tav29
Tav30
Tav31




4 commenti:

3DEIMOS ha detto...

Lo noto solo io o la differenza di tavole e struttura grafica fra il primo e il secondo atto è notevole? Qui si trova molto più la suddivisione in vignette e lo stile molto più ricco e ricercato. Domanda, la scelta del rosso come colore alternativo al nero è ispirato a Miller o solo perchè è un colore che si presta bene per ispirare vendetta e sangue???

Capitan Ambù ha detto...

Può essere che ci sia una differenza ma la suddivisione in atti l'ho fatta per pubblicarla qui sul blog.
Mi capitava spesso di dover interrompere il disegno perchè dovevo intervenire con il seguipersona (occhio di bue)durante una scena, magari le differenze c'erano anche per questo motivo.
Il rosso l'avevo utilizzato anche su altri libretti (http://fabianoambu.blogspot.com/
2007/12/perch-faccio-fumetti.html), mi aiutava a sottolineare certi particolari o enfatizzare certe sensazioni, forse un pò alla Miller, qui ho usato anche il marrone per i ricordi.
E' vero Il rosso è passione, vendetta, è il colore del sangue è proprio così.
Questo libretto era un divertissmant, come questo ne ho fatto altri e chissà che un giorno posti anche quelli.

nonethousand ha detto...

...e adesso ho una bell'immagine anche per il mio avatar di Blogger ^__^
(sempre che l'autore me lo permetta, ovviamente ;->)

capitano, sara' una "opera giovanile", ci sara' ancora uno stile "verde", ma a me piace un sacco... quand'e' che ti decidi a diventare vergognosamente famoso, cosi' che questa roba possa trovar posto in una pubblicazione cartacea? ;-DDD

Capitan Ambù ha detto...

Diventare famoso non penso sia l'obbiettivo di chi fa fumetti, almeno non rientra nei miei obbiettivi.
Oggi si diventa famosi solo quando si è incapaci a fare qualsiasi cosa e stando semplicemente seduti su una poltrona.
Capacità e virtù sono fuori moda.

L'autore permette ed è entusiasta che questa mia piccola cosa ti sia piaciuta.

Il fumetto per me è espressione, un bisogno di comunicare, e se riesco a trasmettere qualcosa anche ad una sola persona ho ottenuto il mio successo, questo basta e avanza, poi se sono più di una tanto meglio :-).

Comunque se questo esperimento piace ho altre storie, anzi per la verità ho un bel libretto che penso pubblicherò sul blog.

Attendendo la pubblicazione goditi il finale eh eh ;-)