venerdì 6 marzo 2009

Vedo e prevedo...

Per capire cosa accade in Italia è semplice, basta spegnere la tv, ascoltare le radio e navigare per Internet, l'informazione è alla portata di tutti, almeno quelli che aspirano ad un qualcosa di più di un' Ameba.
Martedì 17 febbraio subito dopo le elezioni postavo questa immagine, il post lo trovate Qui



Speravo occorresse più tempo ma la regione si muove abbastanza in fretta.



La Sardegna accumulerà ricchezza, vedo gli schiavetti racattando scorie nucleari per tirare avanti, uno splendido calo di turismo (meno caos nelle coste), chi è che vuole fare il bagno accanto ad una centrale nucleare?
La politica non è mai stata così limpida e diretta, non ci sono misteri e complotti, tutto è alla luce del sole, e senza nemmeno stringere tanto.
Era logico che l'intento di avere la Sardegna era quello di costruirci delle belle centrali, bastava collegare i puntini.
Comincio a pensare che davvero ci meritiamo tutto questo e anche di peggio.
Il popolo italiano è ignorante e felice di esserlo, si fa manovrare più facilmente di un gregge di pecore, nel mentre gli incapaci occupano i posti più rilevanti della vita politica e sociale e le persone più valide e culturalmente vivaci scappano o parlano al vento.
Viviamo in una società fiera della sua ignoranza, dove ladri e i truffatori sono seduti a decidere del nostro destino.
La soluzione è quella di informarsi e riappropriarci dei valori di onestà e etica (lo so non sono trandy) ed è compito di tutte le persone oneste che credono in un futuro migliore.
Se avete dei figli è il caso che cominciate a pensare al loro futuro, perchè le cose non capitano sempre e solo agli altri, un giorno potreste trovarvi voi in mezzo all'uragano e in quel momento non ci sarà nessuno a darvi una mano.

Proporrei ora il cambio di nome del capoluogo sardo, da Cagliari a Springfield.

Ci aspettano grandi mangiate di pesce!!!




4 commenti:

peppe liotti ha detto...

povera italia...spero che la bancarotta ci travolgerà prima di dover assistere a questo ennesimo scempio.

benzedrina ha detto...

sottoscrivo...

Tyrrel ha detto...

Ciao Capitano, è la prima volta che commento qui nel tuo blog ma abbiamo già avuto modo di incrociarci virtualmente dalle parti del forum di Nemrod. :)
Sono sardo anch'io, e come te sono deluso e amareggiato dalla situazione venutasi a creare. Soprattutto per come si è creata, cioè con una consegna da parte della maggioranza degli elettori sardi della loro terra al Nano. Che chiaramente adesso può concretamente pensare di impiantare centrali nucleari in Sardegna.
Io ero convinto che la maggior parte dei nostri conterranei ragionasse e avesse a cuore la propria terra, la propria cultura, la propria dignità e che non si sarebbe fatta abbindolare dal circo mediatico del Nano; per questo ci sono rimasto malissimo quando incominciò a delinearsi il vero risultato elettorale.
Col senno di poi, il gesto di quel politico del Psdaz che consegnò A Berlusconi la bandiera dei 4 mori fu oltremodo profetico.

Cisca ha detto...

più passa il tempo e più mi rendo conto che solo un'invasione aliena ci può salvare... sigh!