lunedì 23 giugno 2008

All'origine di tutto...

Molti illustratori e fumettisti utilizzano foto o modelli per realizzare i loro lavori, poi tutto viene interpretato e rielaborato, filtrato dalla propria sensibilità e immaginazione.




Ma sono certo che tutti sappiate che il mondo della creatività e dell'arte vive di contaminazioni, gli stessi impressionisti si avvalevano delle fotografie.
Sono tantissimi gli artisti che per ottenere una resa realistica utilizzano le foto.
Dalla stessa immagine si possono ottenere risultati differenti, e ogni autore darà diverse interpretazioni.

Purtroppo non tutti lo sanno...

18 commenti:

Estylon ha detto...

Perfettamente daccordo con te. Anche io spesso mi avvalgo di foto quando disegno anche se sono ancora uno studente :").
Senza contare che c'è gente come bryan hitch che secondo me per dare una resa così realistica e cinematografica nei suoi lavori non può che lavorare con fermaimmagini di film.

Complimenti per l'illustrazione! Mi piace molto come hai reso l'atmosfera!

Capitan Ambù ha detto...

Grazie Estylon.
Alcuni fumettisti si avvalgono di veri e propri modelli, ad esempio Alex Ross.
Ci sono fumetti che richiedono questa attinenza con il reale per cui è logico doversi rifare a foto, fermoimmagine o modelli, altri dove si può interpretare liberamente. Sul fumetto per la Becco Giallo edizioni, che verrà alla luce nel 2009, ho utilizzato un tratto più espressionista, meno legato al fattore raltà.
Ogni storia, ogni personaggio richiede approcci differenti, ogni racconto deve trovare le sue note nel disegno, altrimenti si rischia di stonare.

Fabio... ha detto...

Beh era chiaro?
C'è qualcuno al mondo che non ha visto Strange Days?
C'è qualche fan di Dampyr che non sa che il personaggio è ispirato al Ralph Finnes di Strange Days?

Anonimo ha detto...

no però, al di là di tutto... che tristezza per un esordiente avere come obiettivo professionale lavorare a Dampyrrrr... altro che arte, qui si cerca solo un posto fisso e il banchetto in fiera. brrrrr
bo... auguri

Fra

Fabio... ha detto...

Eh... Bei discorsi... Ma l'esordiente di cui parli chi è?

Anonimo ha detto...

Fabiano. ovvio.
dal mio punto di vista però :) io mica sono una tuttologa... parlo per il mio modo di vedere questo mestiere.

Fra

Fabio... ha detto...

Ah ok... Io parlavo dal punto di vista della lingua italiana...

Anonimo ha detto...

A me sembra che si predichi bene e si razzoli male. Tutti copiano tutti, non esiste niente di originale perché le contaminazioni reciproche esistono dalla notte dei tempi. L'intelligenza sta nel saper assorbire qualcosa e rielaborarlo con la propria visione, rielaborare una foto già usata da altri sullo stesso personaggio non è una mossa intelligente, soprattutto per un esordiente che si propone per una serie importante come Dampyr.

Saluti
Antonello

Capitan Ambù ha detto...

Per Fra, io ho esordito con l'Insonne di Giuseppe Di Bernardo, quindi dopo alcune pubblicazioni ci si può tranquillamente definire professionista. Avere come obbiettivo disegnare Dampyr è tutt'altro che triste, solo la possibilità di poter lavorare su una sceneggiatura di Mauro Boselli è una grande opportunità per un fumettista. poi Dampyr per quanto mi riguarda è la serie che prediligo per ambientazioni ed atmosfere.
Poi gli obbiettivi nella vita sono tanti, non capisco questa ostinazione su Dampyr ho semplicemente fatto un omaggio perchè lo seguo da sempre ed è arrivato al numero 100.

Per Antonello, ti sembrerà strano ma non ero a conoscenza della cover di Alessandro Baggi aimè, però spero che non giudichi l'intelligenza di una persona in una maniera così stupida.

Riguardo all'esordiente puoi rifarti alla risposta per Fran visto che siete entrambi anonimi e avete lo stesso punto di vista nei miei confronti.

Grazie della vostra presenza nel mio blog sono felice che abbiate dedicato parte del vostro tempo e delle vostre energie per commentare in questo post, vuol dire che il mio lavoro volente o nolente vi interessa.
A presto.

Rob ha detto...

Ma guarda guarda, manco da un po' di giorni è trovo alcuni post nuovi.
Non sono ne disegnatore ne sceneggiatore ne quant'altro. Sono solo un semplice lettore appassionato di fumetti.
Una domanda mi sorge ogni volta che vedo certe commenti: ma certa gente non c'ha veramente nulla da fare?
Perchè si deve sempre trovare il lato negativo in qualsiasi cosa?
Ambu è un disegnatore. Bravo aggiungo.
Dampyr è un mensile molto seguito, uno dei magiori bonelli direi.
Adesso vorrei sapere perchè mai dovrebbe essere triste ambire a dampyr. Vorrei ricordare all'anonimo di questi commenti che fior fiore di disegnatori hanno lavorato per quella testata...

nerosubianco ha detto...

Fabiano lascia bollire nel loro brodo gli imbecilli.
Tutti i disegnatori usano foto, le migliori che ci capitano sotto mano per fare vignette o illustrazioni.
Chi è autore lo sa, ricordo una chiaccherata con Diego che mi parlava di "File" che fornisce ai suoi disegnatori, con Giga di foto di documentazione.
Io quando sono in classe alla scuola del fumetto, non faccio altro che dire che la Documentazione è FONDAMENTALE per la riuscita di un ottimo prodotto.
Ora se tu e Baggi avete usato la stessa immagine è semplicemente perchè è ADATTA per una posa d'illustrazione o di copertina.
E' perfetta, e sinceramente l'avrei usata anch'io.
Chi non conosce queste semplici regole è semplicemente un'ignorante in materia, Di fumetto non ne capisce un cazzo e sarebbe ora che la smettesse di disturbare gratuitamente gli autori con l'intento d'avere un minimo di visibilità.
tu sei un ottimo autore, lascia gli imbecilli bollire nel loro brodo, che a natale ci facciamo una bella zuppa. : )

Capitan Ambù ha detto...

La cosa che più mi rode è essere costretto ad imporre una moredazione sul mio blog, perchè una "cosa", con tanto tempo da perdere e dimostrata incapacità, continua imperterrito i suoi attacchi.
Un essere talmente inutile da dover urlare la sua esistenza.
Ma davvero si può essere convinti che far fumetto significa farsi conoscere? Spero sia solo un caso clinico e non un male comune eheh.

nerosubianco ha detto...

E c'hai ragione! comunque anche i peggiori foruncoli al culo prima o poi scompaiono. Anche quelli che sembrano infiniti!

Rob ha detto...

Purtroppo certa gente non capisce che la cura per le proprie malattie mentali non risiede nei blog o nei forum.
C'è chi crede di darsi importanza solo perchè possiede un blog in cui scrive improbabili e infantili pseudo sceneggiature, non considerando che nel 2008 quasi tutti ce l'hanno un blog e che se gli accessi sono "alti" potrebbe essere perchè si cerca di stabilire se è il caso o meno di richiedere un TSO.
Forse qualcuno conosce un medico che potrebbe consigliare una adeguata terapia?
Personalmente non conosco gli psicofarmaci ma so che sono veramente infiniti...

Francesco Bonanno ha detto...

Tranne che in rare eccezioni,per un disegnatore di fumtti, una documentazione fotografica risulta indispensabile.
Un disegnatore attinge, talora ad immagini impresse nella mente, talora a vere e proprie fotografie.
Ricorrere all’aiuto di una fotografia per arrivare ad un’illustrazione che si ha in mente non è cosa da considerare in modo dispregiativo, gli artisti lo sanno benissimo, perché conoscono il significato delle parole restituzione e rielaborazione.
Altro discorso è quando l’uso delle immagini fotografiche diventa abuso, pedissequo, o peggio ancora quando è teso a nascondere lacune nel disegno.
Un’artista di acclarata fama e talento che usa una foto lo fa per scelta, è ovvio.
Un disegnatore che ancora deve dimostrare talento, quando usa materiale fotografico in maniera copiosa e spregiudicata spesso lo fa per nascondere dei limiti e questo non è certamente il caso di Fabiano.

ciao Capitano

Capitan Ambù ha detto...

Purtroppo internet è uno spazio pubblico, e si ha la possibilità di intervenire in discussioni interessanti oppure di essere vittima di psicolabili, frustrati, ignoranti insomma di ogni tipo di personaggio bizzarro.
Purtroppo si perde di vista che il fumetto per chi legge è uno svago ma per chi lo disegna è un lavoro, in cui si mette impegno e passione.
E' chiaro che se gli attacchi come in alcuni casi arrivano da una persona fortemente squilibrata non c'è bisogno di dare spiegazioni, perchè anche l'ultimo dei conoscitori di fumetto si renderebbe conto dei deliri di certi discorsi.
Io ho preferito spiegare per i tanti che tra forum e blog ci mettono davvero poco ad odiarti, basta semplicemente essere se stessi o dire cio che si pensa, pur se non offendi nessuno qualcuno ti odierà.
Viviamo in una società aggressiva e polemica, fatta di vigliacchi che si nascondono dietro uno schermo, non c'è da sorprendersi se si da ascolto ai matti.

marco turini ha detto...

Concordo AL 100% e aggiungo che Strange Days e' davvero un bel film!


marco

3DEIMOS ha detto...

Anche io sono stato polemico e continuo ad esserlo però parlare di copia spudorata mi sembra esagerato. Come dice l'autore e come è giusto che sia, prendere spunto da fotografie, per un disegnatore che vuole caratterizzare la realtà che lo circonda, è essenziale. Lo fanno tutti, mi vengono in mente le belle illustrazioni di Alex Ross oppure le copertine del nostro italianissimo Marco Soldi per Julia. Se devo essere sincero, proprio dell'opera in questione mi piace molto come Ambu ha realizzaro la texture dei pantaloni e il chiaroscuro mentre stona (a parer mio) lo sfondo, quel nuvolone nero in secondo piano non mi piace per niente, avrei preferito demoni volanti al ciel sereno e luminescenza da parte della Luna più accurata. Io qui a lavoro ho un monitor un po cosi, si nota anche del tratteggio come tecnica?