venerdì 9 maggio 2008

A tutti gli esordienti...

Immagine tratta da questo sito QUI


Chiunque volesse esordire nel fumetto può tranquillamente non fare la gavetta.

Ma si, è inutile, tanto la qualità non conta nulla, l'importante è pubblicare e firmare autografi, quindi perchè perdere tempo?

Allora spiego il metodo per riuscire a pubblicare un fumetto.

Aprite un blog e insultate gli autori e non solo, ma non per quanto riguarda il loro lavoro, ma entrate nel vivo della loro vita privata, insultateli, denigrateli ma sopratutto inventatevi delle falsità pur di far parlare di voi.

Magari se minacciate con mail private è pure meglio, almeno si mettono un pò di paura, non tutti ma qualcuno ci casca.
Puntate in alto, le case editrici piccole o medie non vi servono, voi dovete avere la prima classe per cui insultate tutti e tutto, potete farlo, chi ve lo impedisce, l'importante è che si parli di voi.

Alla fine i frutti si raccoglieranno, nel mondo del fumetto parleranno di voi, e così eviterete quella tediosa trafila che autori come Toppi, Munoz, Battaglia, De Luca e altri hanno fatto, ma che a voi non serve, tutta roba vecchia.

Vedrete che avrete interviste, uno spazio in qualche rivista e recensioni pur non pubblicando nulla, tanto nessuno ci fa caso, ragazzi siamo in Italia suvvia, potete anche inventarvi una casa editrice che non esiste e tutti ci crederanno anzi aspetteranno l'uscita del vostro fumetto.

Esordienti!!!

Non fermatevi di fronte a nessuno, umiliate gli altri perchè non sono niente, tranne quelle case editrici a cui mirate, quelle idolatratele, anche gli autori leccateli pure perchè è il vostro obbiettivo.
La capacità arriva con il tempo, e se non arriva non preoccupatevi tanto nessuno ci fa caso.

Senza pietà perchè l'esordiente è il nuovo che avanza, e non è richiesta nessuna preparazione solo insensibilità, prepotenza e un certo grado di ignoranza che non guasta mai.

Un esempio di insulto può essere questo:

Panzone che fai elimini il mio commento in cui ti dico che sei un grassone pelato che dovrebbe mettersi a dieta in quanto sei ORRENDO? ha ha ha ha* ciccione ho colpito nel segno se vuoi ti do una mano a dimagrire, guarda che affatichi il cuore con tutto quel lardo...

(Il testo è tratto da un commento di un esordiente sceneggiatore fatto in un blog, lo si può notare dal linguaggio forbito).

Sembra un pò pesante, ma non preoccupatevi in fondo dovete calpestare qualcuno per il successo.


E ora avanti tutti alla conquista del fumetto!!!

Ps. Naturalmente i miei pensieri si dissociano, ma ormai si stanno adattando al sistema e si stanno arrendendo all'evidenza...che siamo una società con qualche problema eh eh

* La risata si scrive AH AH e non HA HA.

37 commenti:

ro-mario ha detto...

ti dirò, Fabiano: ho la quasi certezza che, così, non si vada a finire da nessuna parte (se non nel ridicolo).

ro-mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Capitan Ambù ha detto...

Hai visto idiocracy? Ci siamo molto vicini.

Purtroppo nel ridicolo già ci siamo, io vorrei solo evidenziare certi atteggiamenti mostrandoli per quel che sono, appunto ridicoli, il silenzio giova solo ai prepotenti a quanto ho visto.

marco turini ha detto...

''Ps. Naturalmente i miei pensieri si dissociano, ma ormai si stanno adattando al sistema e si stanno arrendendo all'evidenza...che siamo una società con qualche problema eh eh''

Ahahahhaha

Sai cosa Fabiano? in verita' le psudominacce privata non fanno paura a nessuno cosi' come le pseudocalunnie pubbliche, diciamo solo che fanno perdere tempo e sono fastidiose come lo e' un ronzio di una zanzara quando stai facendo altre cose.

Comunque concordo con Mario, io direi di farla finita qua....ci abbiamo scherzato, ci siamo divertiti e ci siamo innervositi ma il gioco e' finito in modo definitivo ( lo so, lo abbiamo gia' detto ma mi pare proprio che gli appelli si siano conclusi ).

Onestamente essendo talmente surreale come personaggio ho piu' volte pensato che fosse recuperabile ed ogni tanto ho pure pensato si concludesse tramutandosi in una burla.

Ovviamente parlo per me ma per quanto mi riguarda il personaggio si e' esaurito e d'ora in poi sara' trattato per quello che e' ( ed in fondo dico quello che tu dici sempre ehehheeh ).

Un problema che si sta riscontrando su molti forum ( e parlo di molti personaggi e in genrale adesso ) e' quello che molti si sentono forti del loro anonimato...in verita' e' un inganno! Non esiste anonimato, gli indirizzi IP sono rintracciabilissimi e, da poco, la legislatura riesce a intervenire su certe cose....quindi, partendo dal tuo scritto: attenti esordienti! giocate in modo corretto e leale, SE andate contro la legge poi non lamentatevi delle consequenze.

Finisco citando l'inizio di quel piccolo capolavoro che e' ''Serious Toyz'' del mio amico Ausonia:

''Un idiota e' divertente.
Molti idioti costruiscono la bomba atomica''.


See ya!

Capitan Ambù ha detto...

Ma di quale personaggio parli? Il mio post parla agli esordienti...non capisco?
Farla finita cosa? Non capisco?

Di chi parlate tutti? Mah veramente non capisco...boh!

Eppure ho riletto tutto il post, ma ancora non capisco di che cosa parlate.

Molti idioti costruiscono la bomba atomica, e io aggiungo, se nessuno glielo impedisce...

marco turini ha detto...

Cosi'.....si parla in generale....



tanto per :)




Saluti dalla ridente Toscana.

INFINITO ha detto...

Io noto solo una cosa che Bambu' e turino non possono vivere senza di me. Vieni a Roma turino che ti accolgo a braccia aperte e ti offro un caffe' altro che anonimato... HA HA HA HA HA HA

@Ro-Mario

invece di cavalcare l'onda degli zombies non sarebbe il caso di mettere mano al portafogli e produrre roba decente?

@Bambu'

ormai sono entrato dentro di te come un grissino che affonda in un panetto di burro... :-D

INFINITO ha detto...

Altra cosa turino lungi da me voler rimanere nell'anonimato... C'e' una cosa che ti da fastidio, il fatto che un esordiente e' piu' noto di te che ricalchi fumetti da poser da 10 anni...

Essi' io non ho bisogno di ricalcare, mi basta scrivere un post sul mio blog per comunicare con un pubblico. Un pubblico che mi ama, mi odia, mi detesta ma che non puo' fare a meno di me...

Lo so ti da fastidio, ma io i falsi buoni come te li detesto e pertanto stammi alla larga... ;-)

Capitan Ambù ha detto...

??? Non capisco di cosa parli.
Chi sei?

Capitan Ambù ha detto...

Marco Turini, si chiama così, ha un blog, mannaggia i tuoi soliti errori grammaticali, ma ti capisco, visto che non sai scrivere.
Poi se devi dire qualcosa a turini vai nel suo blog.

Ma se hai il tuo blog, perchè vieni sempre qui?
Secondo me ti senti un pò solo.

Comunque non ho parlato di te (chiunque, o qualunque cosa, tu sia), in fondo non esisti.

INFINITO ha detto...

Io sono nessuno... ;-)

Un nessuno che pero' e' la spina sul fianco di molti, porello...

Capitan Ambù ha detto...

AHAHAHAHAH...

Poverino davvero, mi dispiace per te, di buono è che hai capito chi sei e questo ti fa guadagnare punti.

Comunque alla fine torni sempre qui a farti ridicolizzare, però ricorda che tutto ciò che scrivi non può essere vigliaccamente cancellato come fai sempre.

marco turini ha detto...

@fabiano: il disegno di questo post mi ricorda l'omino del mcdonalds....a meta' tra un paiaccio ed un serial killer ahhahahahaha

Capitan Ambù ha detto...

Bello vero, un clown rancoroso, l'ho trovato in un blog che ho linkato.

Non ho postato miei disegni perchè si fa prima a vederli pubblicati a giugno.

INFINITO ha detto...

GAME OVER

sono apparso e magicamente i commenti si sono moltiplicati. Ora chiudo il gioco a dimostrazione che posso manipolare i blog come voglio. ;-)

marco turini ha detto...

@fabiano: mi dai il link al blog? sono curioso....il disegno rende bene l'atmosfera.

Capitan Ambù ha detto...

Un altro Game Over? ormai li colleziono in questo blog.

Devi fare come me scrivilo una volta sola e poi sparisci.

Grazie che hai fatto entrare quelli che ridono di te a osservare i tuoi deliranti commenti, ora si che mi sento qualcuno AHHAHAHAHAHAH.

Sei davvero tristissimo, io faccio fumetti e tu invece sparli e insulti autori e case editrici... Forse devi capire il senso della vita ma se tu sei felice così raccattando ingressi al tuo blog sono felice per te, continua su questa strada, ma secondo me perdi tempo.

Riguardo a me, che la gente venga o non venga nel blog non mi cambia la vita, mi fa piacere che leggano e discutano cio che scrivo, ma faccio fumetti ed è quello che mi piace fare, il blog è solo un hobby.

Non sai più che scrivere vero? sei talmente povero di contenuti che i tuoi post hanno stancato.
La capacità di una persona che scrive professionalmente è proprio quella di non essere carente di argomentazioni.
Dovresti capire che forse stai sbagliando strada.

marco turini ha detto...

@fabiano: ops....scusa...lo hai scritto...piccolo piccolo ma lo hai scritto heheheheh

Capitan Ambù ha detto...

Si Marco ti stavo appunto rispondendo.

marco turini ha detto...

@fabiano: visto! hahahaha 'mazza quanto fa paura la figura del clown! ..... a proposito, ma lo hai visto il video horror di ''parco sempione'' di elio???? l'inizio e' geniale!

Fabio... ha detto...

Gli esordienti sono una razza strana...
Purtroppo siamo nell'era del "life is now" e non c'è più l'umiltà nemmeno per imparare un mestiere...

Non condanno nessuno però, se qualcuno più che la stima per la qualità vuole il pubblico (sia anchee non per meriti) allora lasciamoglielo questo pubblico, del resto, chi ricorda il nome del vincitore di "amici" dell'anno scorso?

Capitan Ambù ha detto...

Per Marco, Elio è davvero geniale.

Confermo ho avuto una crescita esponenziale degli accessi, circa 2, uno tuo Marco e l'altro da Augusta...

AHAHHAHA DELIRIOOOOO!!!! AHAHAHAHHA

Capitan Ambù ha detto...

Ora tre con Fabio...Andando avanti così metto la pubblicità e apro un business, lascio il fumetto e campo di blog.

marco turini ha detto...

@ambu: il mio ce l'hai sempre fabiano....commento quasi tutti i tuoi post.

Comunque davvero...un bel video oltreche' una bella canzone.

@fabio: guarda, non ti far ingannare....nel fumetto non e' come in tv, le cose bisogna saperle fare.
Ma siamo ai soliti discorsi e sono anche stancanti, no?
Facciamo che sara' il futuro a darci risposte...al momento il mio lavoro in Marvel so che andra' in mano a circa 100.000 persone ( paganti ) e tanto mi basta ( la mia storia su MCP credo sia sulle 35.000 ).....se mi stroncheranno faro' il piazzaiuolo :) che sarei pure contento heheheh

Fabio... ha detto...

Marco bisogna saperle fare, ma un editor che pubblica un incompetente lo si trova sempre a voler cercare...

Fatto sta che però la seconda possibilità quel tizio non l'avrà mai, il fumetto a differenza di 20anni fa è altamente concorrenziale,
se penso che Leinyn Francis Yu ha la mia età vado in panico eheh

marco turini ha detto...

Ma guarda...

ora sto comprendendo i meccanismi del fumetto Usa.

Il mio editor si e' ''legato a me'', nel senso che mi ha affidato una serie, ha fatto delle previsioni di vendita e se saranno mantenute io e lui siamo tranquilli, se vanno male ne rispondera' anche lui...conta la meritocrazia dettata dal mercato . punto.

Per quanto mi riguarda c'e' che abbiamo i primi dati del mio approdo in Marvel e non sono positivi...di piu' :) Tanto che adesso sto lavorando ad un altro progetto in contemporanea ( ma in questo caso con tempistiche lunghe in modo da non incidere sulla serie ).

Vabbeh, scusate, non voglio essere autocelebrativo ( anche per il futuro non c'e' mai certezza ) pero' voglio dire che cio' che conta e' il mercato..su questo internet e' ingannevole.

Voglio dire.... leggere un fumetto su internet o un blog non costa nulla e le ''motivazioni'' possono variare...c'e' la curiosita', la presa in giro, il erder tempo ecc... comprare un fumetto significa spostarsi fisicamente e spendere dei soldi e qui entra in ballo la qualita'.

Mi spiego male? scusate ma sono sotto l'influenza di muisca ad altissimo volume!


yeah!

Fabio... ha detto...

Si MArco, son daccordo...
Conosco il mercato usa anche io :)

Ma per pubblicare non bisogna andar per forza alla Marvel, un "editor" che punti su uno sconosciuto lo si può trovare, ma poi (come giustamente dici tu) se non c'è qualità, non c'è internet che tenga... ;)

marco turini ha detto...

Appunto Fabio....

io ricordo il caso di Galati, ricordi? fece un fumetto invadendo ( in senso positivo ) le edicole italiane ma non fu supportato dalle vendite.
A volte vendono bene fumetti che apparentemente ci sembrano fatti male ma in verita' se vendono c'e' sempre un motivo secondo me.

Poi va da se che ci sono fumetti ''boom'' come Dylan Dog che vendono tantissimo per una miriade di motivi tra quali anche motivi sociologici o fumetti come l'insonne che sono molto ben fatti ma che non hanno il supporto della casa editrice.

Ma la regola '' se vende deve essere fatto almeno professionalmente'' secondo me regge.


E questo credo valgo per gli Usa ma anche per l'Italia......

Capitan Ambù ha detto...

Io sono convinto invece che se anche non vendono le cose devono essere fatte comunque.

Io penso a quanti film di basso incasso abbiano poi dimostrato col tempo di essere dei cult.

L'economia o la moneta non sono una risposta alla qualità, altrimenti i Vanzina dovrebbero essere considerati i migliori registi italiani.

Continuo a pensare che ci sia qualcosa di illogico nel mondo.

marco turini ha detto...

Forse Fabiano non ci siamo capiti...


Io sono convinto che un prodotto dovrebbe sempre essere di qualita'.

Ma nel caso non lo fosse e' inutile appellarsi a pie illusioni, sara' il pubblico che lo affossera'.

Pensiamo anche a tanta musica che ende molto di bassa qualita'....e' vero che e' bassa qualita' come e' vero che dietro alla boy band del momento ci sono fior fiore do musicisti veri che creano un operazione orecchiabile.

Provo a rissumere ancora:

- La qualita' non necessariamente determina il successo.
- La non profesisonalita' determina l'insuccesso.

Fabio... ha detto...

Quello sui cinepanettoni è un discorso a parte, che esula del tutto il cinema.

Lo stesso film durante l'anno non avrebbe nemmeno la metà degli ingressi.

Il pubblico di natale è formato da persone che non vanno al cinema durante l'anno, è come il gelato dopo cena al mare, di solito il gelato neanche lo mangi, ma gia che sei in vacanza fai una passeggiata leccando un gelato.
Ci vanno intere famiglie al cinema a natale, ci si porta la zia che non esce mai, si va in gruppo coi cugini...

Per molti è diventato un appuntamento fisso, se per caso questo natale non ci fosse un "cinepanettone" non credo quel milione di persone si distribuirebbe sugli altri film...

Comunque credo che nel fumetto ci sia posto per tutti, tutti avremo i nostri 15minuti di celebrità, è per mantenere quel posto che ci vogliono le capacità...

ro-mario ha detto...

certo che, rispondendo a Marco, la regola del (più o meno) "un fumetto non può vendere, alla distanza, se non è fatto in maniera professionale" è assolutamente vera.
Ci sono fumetti che a me non piacciono per niente, come Julia, che però vendono tantissimo. E vendono perché, anche se a me sembrano scontati, sono scritti e disegnati (per non parlare delle copertine!) da fior di professionisti, gente che sa quello che fa, e sa farlo bene.
Poi ci sono i casi: sabato sera stavamo parlando (ancora una volta!) di Rob Liefeld. Ecco: è il caso-limite di uno che ha vinto alla lotteria.
Ma lo sapete qual è stata la "giustificazione" di Barbara Kesel (la prima, con Hawk & Dove, a far lavorare professionalmente Liefeld) alla domanda: "come è potuto succedere?".
Lo sapete?
"He was so cute..."

Le botte di culo esistono, ma alla lunga non pagano. Il lavoro duro (anche se nel campo del fumetto deve per forza essere accompagnato dal talento), invece, paga sempre.

Per i fumetti che "bisognerebbe fare comunque": se sono così belli, alla lunga, riescono SEMPRE a far rientrare i soldi spesi. Quindi: è sempre un discorso economico, anche se "diverso" da quello "solito" del campo fumettistico.

Fabio... ha detto...

- La qualita' non necessariamente determina il successo.
- La non profesisonalita' determina l'insuccesso.


A ma su questo siam daccordo...
(ma ora il caro "argento" dissentirà)

Capitan Ambù ha detto...

Tutto quello che dici è vero.

Ma continua ad essere illogico anche se è la realtà odierna.

Immagina quei musicisti liberi di spingersi al di la dei propri limiti.

Non stiamo progredendo culturalmente e questo è un dato di fatto.

Chi decide cosa ascoltare, leggere o vedere è sempre il mercato...purtroppo non sempre gestito da professionisti del settore ma da semplici percanti che guardano i numeri.

marco turini ha detto...

Aggiungerei che la qualita' passa sempre dall'esperienza, dall'umilta'e dallo studio.

INFINITO ha detto...

turino la qualita' passa del genio e stregolatezza dell'artista.

Io mi considero un promettente talento, un genio visionario pronto a stupire i lettori con le mie opere.

L'esperienza serve per fare il lavoro da impiegato, il mestierante, me ne sbatto dell'esperienza se sono il piu' geniale tra quelli della nuova generazione...

vecchiacci fate largo ai giovani...

Capitan Ambù ha detto...

BLA BLA BLA, Lo sai che mi sto stancando di umiliarti in continuazione... Meno male che era Game Over.

Sei davvero triste non sai più che dire, dici fregnacce (come si dice a Roma) dalla mattina alla sera, dimostri sempre di più di avere una notevole carenza di creatività, qualità che è alla base del mestiere che vorresti intraprendere.

Dai rispettati e fai davvero il game over, sii coerente e lascia perdere chi espone il suo lavoro in pubblico, perchè dimostra di voler e saper fare qualcosa.
Ricorda di esordienti seri nei fumetti ce ne sono tanti e vanno a mostrare i loro lavori senza vergogna, queste persone hanno una chance, tu no.

Mi spiace ma visto che non ti stanchi di essere umiliato mi costringi a continuare.

AHAHAHAHAHAHHA e ridici su e non ti arrabbiare, se sei negato mica è colpa di nessuno.